Sostegno ai missionari

Chi c’è dietro a una missione ?

Dietro a ogni missione, oltre agli edifici e ai diversi programmi di sviluppo, ci sono i missionari, cioè le persone che impegnano la loro vita al servizio dei fratelli.

Un missionario svolge il suo ministero con gioia e dedizione. Questo ministero può significare a volte non pochi sacrifici e rinunce, così come lasciare la propria patria, le loro famiglie, imparare una lingua, abituarsi ad altre culture, ecc. Ma il missionario è consapevole che senza questa rinuncia tante persone non avrebbero la possibilità di conoscere il Vangelo, di raggiungere una migliore forma di vita, un’educazione, una speranza.

Come si diventa “un operaio” della missione?

Un operaio della missione ha bisogno di un lungo periodo di preparazione, in vista del prezioso lavoro che lo attende:

costruire un mondo migliore per i fratelli.

Questo implica un’accurata ed integra formazione umana, intellettuale, spirituale.

Dove si formano i nostri missionari?

Abbiamo case di formazione in Argentina, Brasile, Egitto, Ecuador, Isole Filippine, Italia, Perù, Stati Uniti e Ucraina.

Siamo delle suore missionarie, dopo 1 anno di noviziato e 3 anni di studi di filosofia, teologia e Sacra Scrittura, riceviamo una destinazione ad un luogo di missione.

Dove lavoreranno i nostri missionari?

Abbiamo case di misericordia dove vivono bambini orfani, abbandonati o con problemi familiari in Perù, Argentina, Ucraina, Italia, Brasile, Egitto; case per bambini diversamente abili in Albania, Terra Santa, Argentina; case per anziani in Spagna, Iraq.
Svolgiamo missioni in comunità di rito greco-cattolico in Ucraina e Siberia, e di rito copto-cattolico in Medio Oriente.
Molte suore insegnano nelle nostre scuole, mentre altre studiano per diventare infermiere o si dedicano all’apostolato nella comunicazione sociale (pubblicazione di riviste, libri, siti internet, ecc).
In Egitto, Giordania, Iraq, Palestina, Siria, Tunisia, abbiamo case di misericordia dove le suore si dedicano soprattutto alla cura dei poveri e rivolgono attenzione ai malati e ai bisognosi di ogni tipo: «la carità di Cristo ci spinge» (2Cor 5,14).

Svolgiamo il nostro apostolato nelle parrocchie, tra i tanti Paesi, in Francia, Irlanda, Hong Kong, New York, Kazan (Russia), Toronto, Cile, Italia, Filippine, Islanda, aiutando nella liturgia, nella catechesi, nell’attenzione ai malati, nella formazione dei laici attraverso i Corsi di Cultura Cattolica e nell’educazione della gioventù.

Di cosa ha bisogno un missionario in formazione?
• Corsi di Lingua
• Alimentazione
• Trasporto e aiuto per arrivare alla missione
• Educazione
• Salute
• Edifici
• Documenti, permessi e visti
• Spese per vaccinazione

Commenti chiusi